Tre Valli

Il mio paese

(del Prof. Tirsi Mario Caffaratto, dedicata alla figlia Daniela. 1970)

Amo questo paese in cui senti il gallo

cantare all’alba, e le campane

suonar l’Ave Maria,

questo paese senz’acqua e senza fogne

ove le donne tirano il secchio al pozzo

o, quand’è magra, vanno alla fontana.

Amo questo paese sonnacchioso

disteso nella piana sotto la calura

questo paese di cent’anni fa. 

Amo questa casa ove sul solaio

si rincorrono i gatti

e piangono come bambini,

e questa cameretta ove son nato,

ed or come un giardino

accoglie il fior più tenero della mia vita.

Amo questo paese di antica storia

ed ora senza storia:

ma là, nel chiuso recinto

che odora di mortella

e solo s’ode il frinir delle cicale,

vive il passato e parlano

i miei morti.

amo questo paese

perché qui son nato

e qui ho le radici

che nel passato s’affondano e mi traggono

nel futuro.

Condividi questa pagina su