TENUTA LA MORRA

ARI Associazione Radioamatori Italiani Sezione di CAVOUR IQ1CH


 

L'ARI è l'Associazione Radioamatori Italiani Sezione ARI di Cavour (ex Abbadia Alpina, TO).
IQ1CH
I radioamatori sono appassionati di radiocomunicazioni ed, in particolare, dell'uso attivo del mezzo radio nel senso che il radioamaore è abilitato anche ad effettuare trasmissioni via radio (su apposite bande di frequenza assegnate dai Ministeri delle Comunicazioni a livello internazionale). Dunque la nostra attività ruota attorno alla radio, questa formidabile invenzione del grande Marconi che mantiene tuttora un notevole fascino, un mezzo che permette di comuncare con tutto il mondo senza limiti di frontiera, razze ed ideologie.
Guglielmo Marconi
Per diventare radioamatori occorre sostenere un esame teorico per l'ottenimento della patente e della relativa autorizzazione generale alla quale è associato un nominativo di chiamata, formato da lettere e numeri, che identifica completamente il radioamatore (e la zona della terra in cui la sua stazione è ubicata) di fronte al mondo intero.
La Sezione ARI di Cavour svolge da tantissimi anni, tra le varie attività, quella di formazione per preparare adeguatamente gli aspiranti radioamatori e consigliarli sul come entrare a far parte di questa grande famiglia. Possiamo dire che, grazie all'enorme esperienza accumulata ed alla grande preparazione dei nostri istruttori, le nostre percentuali di promossi all'esame (che si effettua presso la sede territoriale del Ministero delle Comunicazioni) rasenta il 100%, una delle più alte in assoluto. I corsi seguono il programma ministeriale e sono relativi agli argomenti di elettrologia, elettrotecnica, elettronica, telecomunicazioni, regolamenti, pratica operativa, ecc... inoltre i soci sono sempre disponibili in sede per mettere la loro esperienza a favore dei novizi.
Com'è noto, poi, i radioamatori sono i primi ad intervenire in caso di calamità naturali, attivando collegamenti via radio quando le normali vie di comunicazione sono interrotte. Esiste un preciso obbligo di legge in tal senso che configura quello del radioamatore come un servizio e non un semplice hobby. In particolare il compito specifico assegnato ai radioamatori è quello di sosituire i normali mezzi di comunicazione (telefono, fax, televisione, internet, posta, telegrammi, ecc...) tra le Prefetture, i Comuni, gli Ospedali, i centri della Protezione Civile Nazionale e le sue sale operative locali e centrali (Farnesina, Ministero degli Interni, Ministero della Difesa, ecc...), l'attivazione di stazioni campali, portatili e mobili e quant'altro possa essere necessario, durante un'emergenza, per garantire la sicurezza della vita umana.
La professionalità dei radioamatori ed il loro contributi insostituibile nelle emergenze è da sempre riconosciuto e tenuto nella massima considerazione dall'Unione Internazionale delle Comunicazioni, dai vari Stati ed Eserciti. E', perciò, confortante sapere che, in caso di necessità, ci sono decine di operatori radio che, con le loro stazioni, sono in grado di mettersi a disposizione delle Autorità per offrire la loro preziosa collaborazione.
Per via di queste peculiarità il Servizio di Radioamatore è sottoposto alla disciplina dei Ministeri delle Comunicazioni, dell'Interno e della Difesa ed è soggetto ad appositi regolamenti internazionali.


DIRETTIVO DELLA SEZIONE ARI di CAVOUR
IQ1CH
 
Sede:  Via Dante Alighieri 7 (ex Scuole Elementari)
 
Presidente: NASTRINO Danilo
Vice Presidente: Iania Rosario
Segretario: Bianco Domenico
 
 

QSL ufficiale della Sezione ARI di CAVOUR TO   IQ1CH
QSL ufficiale della Sezione ARI di CAVOUR TO IQ1CH
Condividi questa pagina su