Procavour

LE FRAZIONI


Gemerello, Babano, Castellazzo, Zucchea,Cappella del Bosco, Castellani-Vacci, Sant’Antonio, Sant’Agostino, Sant’Anna, Cappella Nuova, San Michele e San Giacomo sono le frazioni di Cavour, collegate tra loro da un reticolo di antichi percorsi campestri che si sviluppano per oltre 100 chilometri sui 49 Kmq. di superficie del Comune (4900 Ha).
Questi percorsi sono considerati possibili frammenti di assi centuriati romani.
Nel paesaggio rilassante della pianura denominata dalla Rocca, attraverso le attuali strade asfaltate, utilizzate anche come tranquilli percorsi ciclabili, è possibile andare alla scoperta di suggestivi ed inaspettati angoli di pace, caratterizzati spesso da antichi piloni votivi.
Oltre 400 aziende agricole testimoniano la vocazione della zona.
Infatti, accanto a pur fiorenti piccole industrie per la lavorazione della carne, della pietra, della meccanica e dell’artigianato, vi si incontrano ampie distese coltivate a foraggio e cereali e lunghi filari di alberi da frutto, risultato di moderne coltivazioni specializzate, portate avanti con perizia e dedizione dai frutticoltori locali.
Diversi sono gli allevamenti specializzati per i bovini di “Razza Piemontese”, che spesso vengono premiati alle più importanti manifestazioni nazionali e che consentono la produzione dell’ottima “carne di Cavour”.
Qua e là svettano i campanili dei borghi frazionali, borghi che, con le loro iniziative e le loro feste campagnole (alcune di grandissimo richiamo) contribuiscono al mantenimento delle tradizioni e del sottile fascino della nostra civiltà contadina.
Condividi questa pagina su