Artigiana Traslochi

070 - Il Campanile della Parrocchia di Cavour nato con l'unita' d'Italia


1853 -  Abbattimento della Torre della Campana: parallelamente ai lavori di rettifica, allargamento e livellamento della Via Pinerolo, si delibera l’abbattimento dell’antica Torre della Campana, posta a ridosso del Rio Marone; nella Deliberazione del Consiglio Comunale si riconosce la necessità della demolizione della Torre, in stato di grave degrado strutturale e di impedimento alla circolazione sulla Strada Provinciale.
Fino ad allora aveva avuto anche la funzione di campanile: la nuova Chiesa Parrocchiale (che sostituiva dal 1700 quella antica extra-muros) era nata con l’ampliamento di una piccola cappella e ancora non si era provveduto alla costruzione di un campanile adatto al nuovo edificio.
Abbattuta la torre, furono usate per alcuni anni le campane delle confraternite.
Nel frattempo, si deliberò immediatamente per la costruzione di un nuovo campanile.
Infatti, il 10 novembre 1853, il Consiglio Comunale, alla presenza del Sindaco Pellissone, approva e… “segue attento esame del piano e calcolo della costruzione di campanile presentatisi per ordine del Municipio dal Capo Mastro da muro Rovedotti Vincenzo, quali ottengono unanime approvazione, si invita perciò il medesimo a formare il capitolato d’impresa di costruzione in cui sarà pure prescritto che l’aggiudicatario debba rilevare il Comune dei materiali servibili provenienti dalla demolizione del campanile antico”.
1856 -  Viene redatto dall’Architetto Alessandro Demichelis, in data 28 luglio, il progetto per la costruzione di un Campanile da erigersi nell’attuale piazza Sforzini, collocato tra i due corpi di fabbrica del Municipio e dell’Ala del mercato. Il progetto non viene realizzato.
1862 – Finalmente su disegno dell’Ingegnere Architetto Amedeo Peyron, già consulente di Camillo Cavour e progettista, fra l’altro, dell’Aula Provvisoria del Primo Parlamento Italiano a Torino, dove nel 1861 fu eletto il 1° Re d’Italia, viene costruito quello che è l’attuale Campanile della Chiesa di S. Lorenzo, alto circa 48 metri.
Viene posto sulla Piazza Parrocchiale, un po’ al margine, in modo che stia quasi a metà strada tra la Chiesa ed il Municipio, facendo da sfondo e mediatore tra l’infilata di Via Pinerolo e la vetta della Rocca.
La spesa fu di £ 17.500, “…perché i contadini si offrirono di trasportare gratuitamente il materiale”.
Nel progetto del campanile di Cavour, l’arch. Peyron riprodusse le quattro eleganti arcate della cella campanaria uguali a quelle riservate al pubblico nell’aula Provvisoria Parlamentare di Torino, progetto, quest’ultimo, poi utilizzato ampiamente per Montecitorio nel 1870.
A metà degli anni 30 vengono effettuati dei rinforzi alla base del campanile, che minaccia cedimenti a causa dei vicini scavi effettuati per l’ampliamento dell’ex Istituto femminile S. Giuseppe.
1986 – 27 Settembre: benedizione ed inaugurazione del Mosaico raffigurante la Consolata, di fattura fiorentina, che il Vicario, Don Mario Amore, ha donato all’Amministrazione Comunale perché lo installasse in una cavità esistente sul campanile. Per l’occasione vengono anche inaugurati alcuni lavori di miglioria e abbellimento compiuti dall’Amministrazione Comunale sullo stesso campanile, sulla fontana e sulla piazza circostante.
L’Orchestra Sinfonica del Teatro Regio di Torino, diretta dal Maestro Viotto, tiene un concerto all’interno della Chiesa di S. Lorenzo. La manifestazione viene patrocinata dal Comune e dalla Pro Cavour.

Condividi questa pagina su